La natura vince sul management

Facendo un paragone col nostro corpo, sono moltissime le funzioni vitali che si autoregolano e la maggior parte degli apparati sono totalmente al di fuori del nostro controllo.
Anche ciò che riteniamo di controllare in realtà è largamente automatizzato. Pensiamo ad esempio agli occhi che ricevono un continuo eccesso di informazioni che il cervello filtra proponendocene solo una minima percentuale.

Se guardiamo la natura, in qualsiasi manifestazione, crea sistemi di un livello di complessità decisamente superiore a quelli creati dall’uomo (basta confrontare un albero con una casa) e che hanno delle capacità di adattamento, guarigione e crescita inarrivabili dai prodotti umani.
Nella teoria scientifica questo livello di complessità si definisce “margine del caos”: al di sopra di esso l’eccesso di instabilità rende il sistema non durevole, al di sotto le prestazioni sono misere.

Ci piacerebbe realizzare organizzazioni che vivono come organismi ma la verità è che non sappiamo come farlo! (E inoltre abbiamo una paura tremenda di perdere il controllo.)
Il modo corretto ce lo insegna la natura: per fare un organismo complesso non bisogna avere un centro che controlli tutto, al contrario servono una serie di sottosistemi con elevata autonomia che al tempo stesso si relazionino fra di loro continuamente per mantenere l’equilibrio.
Il mio consiglio? Esploriamo nuove strade più complesse e naturali, perché il livello di armonia e di performance delle nostre aziende può aumentare ancora moltissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...