La tirannia del consenso

Nella nostra vita di tutti i giorni possiamo ricordare: le assemblee di condominio, le riunioni scolastiche, i confronti in famiglia coi parenti… Più la situazione cresce in complessità (e in valore economico) più la tensione si alza. Il confronto può essere molto moderato o molto acceso ma il problema rimane evidente: a chi spetta la decisione finale?

Ecco, questa è la tirannia del consenso: quando con le migliori intenzioni si cerca di far parlare tutti, tener conto dell’opinione di tutti per poi trovarsi in impasse.

Inoltre, se il modo corrente di prendere le decisioni è davvero il consenso, tutti cercheranno di coinvolgere tutti anche per le cose più piccole e banali con un rallentamento insopportabile.

E allora che fare?

Abbandonare l’ideale di collaborazione autoorganizzata? (non sarebbe in linea con questo blog :D)

Tornare ad eleggere un capo? Con tutti i problemi per lui di dover tenere insieme il gruppo e per gli altri di dover sottostare ai suoi limiti di comprensione e competenza.

Dare il potere alla maggioranza? Con l’innescarsi di alleanze politiche, giochi di potere, situazioni di stallo date dal frazionamento delle opinioni.

d5.jpg

Ho sempre ritenuto limitante il bianco e il nero e forse per questo la via proposta dall’autoorganizzazione mi attira. La risposta è una via intermedia: la scomposizione ordinata del potere e la delega a chi ha la giusta competenza e le giuste capacità di gestione.

È un sistema perfetto? No, ma è un sistema plastico ed evolutivo che porta le persone nelle giuste posizioni, fornisce loro vera autonomia ed insegna a tutti a comportarsi da adulti (e su questo tornerò prossimamente…).

Intanto vi consiglio un bellissimo film del 1957 che parla di prendere una scelta in gruppo (per chi ama il genere): “12 angry men” tradotto in italiano con “la parola ai giurati”.

PS I vari modelli di autoorganizzazione superano la tirannia del consenso in vari modi ma anche su questo tornerò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...